scopri prossimo < > < >

25 Febbraio 2020 Report annuale digital 2020

Per tutti gli appassionati digitali e i professionisti del settore, febbraio è l’appuntamento fisso con il report annuale digital, che traccia lo scenario nazionale e mondiale sull’utilizzo di Internet, dei dispositivi mobile, dei social network e degli e-commerce con dati e trend interessanti per comprendere come il mondo viaggi, ormai, alla velocità della rete.

 

Prima di leggere insieme a noi un po’ di numeri però pensa alla tua quotidianità: quante volte prendi in mano il tuo smartphone e, senza un reale bisogno, apri un’app? Quante volte, quasi automaticamente, scrolli il feed dell’homepage di Instagram, Facebook o del nuovo TikTok? Oppure accedi a WhatsApp ed esci, dimenticandoti a chi e cosa avresti dovuto scrivere? Quanto cerchi ispirazione sulle bacheche di Pinterest o quanto stai su un ecommerce prima di deciderti ad acquistare il paio di scarpe che da mesi sogni? Oppure davanti ad un film di Netflix chatti su Telegram? Sicuramente avrai sorriso a molte di queste domande perché capita spesso anche a te.

 

L’utente medio di Internet quest’anno spenderà online oltre 100 giorni, il che significa di media 6.40 ore al giorno: un quarto di giornata con gli occhi incollati allo schermo. E di queste 6.40 ore, oltre un terzo è speso sulle piattaforme social, che vengono usate regolarmente dalla metà della popolazione mondiale (3.8 miliardi di persone).
Se anche tu sei preoccupato circa l’utilizzo da parte delle big company dei tuoi dati personali, è normale: il 64% delle persone connesse ha espresso preoccupazione in questo senso e il 56% degli utenti è preoccupato per il mondo inventato dalle fake news.

 

I siti a livello mondiale più consultati? Chiaramente Google e YouTube, mentre il podio dei social network vede in ordine Facebook, YouTube e WhatsApp. Pinterest e TikTok nell’ultimo anno hanno registrato una crescita importante e significativa! Per la prima volta gli acquisti online (quasi 3 utenti Internet su 4) tramite mobile superano quelli da desktop e notebook.

 

Nel suo piccolo, invece, l’Italia come si posiziona?
Si conferma un Paese connesso, social, lungimirante, ben disposto alle nuove tecnologie e alle novità. Dei 50 milioni di italiani connessi ad Internet, con una media di 6 ore al giorno, 35 di questi sono presenti ed attivi sui social dove trascorrono di media 2 ore al giorno (10 minuti in più rispetto allo scorso anno).
Stai interessandoti ad oggetti per rendere la tua casa smart? Un italiano su dodici possiede questo tipo di device mentre triplica (dal 5% al 15%) la categoria dei werables, come Apple watch, smartwatch o altri dispositivi per il tracciamento dell’attività fisica o della salute.

 

Al di là della famiglia di Facebook e YouTube (dove il tema più ricercato sono le canzoni) che occupano le prime cinque posizioni delle piattaforme preferite, Instagram è il social che registra la crescita più evidente, passando dal 55% al 64%.
Il 60% degli utenti guarda contenuti televisivi attraverso abbonamenti mensili o annuali.
Il gaming sta passando un periodo d’oro: quattro italiani su cinque giocano e due di questi possiedono una console su cui spendono, di media, quasi cinquanta minuti al giorno. Uno su otto, invece, segue live streaming di altri gamers.

 

Un altro trend che ha registrato nell’ultimo anno numeri positivi è quello dei podcast, che incrocia all’intrattenimento il desiderio di conoscere e di crescere personalmente e professionalmente.
Il traffico sugli ecommerce è aumentato dell’1% in fase di pre-acquisto (dall’86% all’87) e l’acquisto effettivo del 2%, dal 75% al 77: il settore dell’elettronica e dei physical media ha registrato i 4.67 milioni di dollari mentre quello del fashion i 4.54.

 

Insomma, sono numeri che fanno riflettere e pensare: ogni anno lo scenario digitale registra cifre esorbitanti.
Gli utenti sono raggiungibili, sempre di più e sempre meglio. Le aziende devono trovare il modo per farlo con la strategia più idonea.